Biscotti Bicolore Fighissimi

Ecco come anticipato dal titolo oggi biscotti fighissimi per tutti! 😀 Ladies and Gentleman, preparatevi a colazioni grandiose! Vi darò delle semplici e brevi indicazioni su come vivere al meglio l’esperienza, fatelo e sarà un viaggio sensoriale che ripeterete ogni giorno! Step 1-L’atmosfera: per prima cosa serve una lettore musicale (telefono, tablet, pc, lettore cd, walkman, giradischi, grammofono.. Quello che vi piace di più! Se avete cuffie o impianto dolby surround tanto meglio). Questo perché senza musica che esperienza sensoriale è?? Ebbene, per questa colazione sarà l’Overture 1812 di Tchaikovsky!  Molti di voi la conosceranno come colonna sonora del film V per Vendetta.. Ancora meglio! Ricordate il discorso? Siete proprio a cavallo! 😀 Dunque, basta divagare! Step 1-Musica. Partitela subito, mentre preparate il caffè: dura 15 minuti e dovrete arrivare alla fase inzuppo quando comincia all’incirca il minuto 12. Step 2-La preparazione: Aprite la finestra, guardate il paesaggio, annusate l’aria. Poi sistemate il piano su cui farete colazione con una bella stuoietta, la vostra tazza preferita, cucchiaino, odorate il caffè mentre lo preparate, fatevi il cappuccino con la schiumetta soffice, spolverateci sopra cacao e cannella, preparate il vostro the preferito. Insomma andate di naso, annusate tutto quello state per mangiare e bere. E quando arriva il loro turno, quando aprite il contenitore in cui stanno i vostri biscotti bicolore, affondateci dentro non solo il naso ma la faccia, i pensieri, tutto! Step 3-L’esperienza mistica comunemente chiamata assaggio: Ci siamo! La bevanda è nella tazza, i biscotti pronti a incontrare l’inzupposità dell’anno, il vostro palato freme e l’Ouverture prosegue. Ed ecco.. L’amaro del cacao contrasta il dolce della frolla bianca, equilibrando i sapori. L’umido del caffellatte amalgama il tutto. Tchaikovsky sta vedendo tutto e prosegue. Prendete un altro biscotto e, con le pupille dilatate, fate un sorso di caffellatte. Vi sentite in cima al mondo, consumando pensieri, musica, biscotti..

I 15 minuti sono trascorsi e vi saranno sembrati una vita intera. Adesso potete davvero cominciare la vostra giornata!

Se volete tutto questo eccovi gli

Ingredienti: 

  • 300 gr Farina (io uso quella di farro, voi scegliete quella che preferite, 00 compresa ovviamente)
  • 30 gr di Cacao amaro
  • 150 gr di burro (a temperatura ambiente, io senza lattosio)
  • 150 gr di Zucchero semolato
  • 60 ml di latte (io d’avena)
  • una bustina di Vanillina
  • un pizzico di sale
  • un uovo
  • un albume (per la fase di ‘assemblaggio’)

 

Mettete in una ciotola il burro a temperatura ambiente e lo zucchero e mescolate fino ad ottenere una crema.

Aggiungete l’uovo, la vanillina e il pizzico di sale e proseguite a mescolare energicamente.

Unire la farina poco alla volta alternandola al latte. Mescolare per bene e dividere l’impasto in due ciotole. In una aggiungere il cacao, nell’altra lo stesso quantitativo di farina.

Coprire i panetti di frolla con della pellicola alimentare e lasciare riposare in frigo per almeno due ore.

Tirate fuori i panetti che si saranno rassodati, spolverate di farina il vostro piano da lavoro e stendete la vostre frolle, formando due rettangoli altri circa mezzo cm.

Spennellate con l’albume le due facce delle frolle che verranno sovrapposte e quando saranno ben aderite (non abbiate fretta mi raccomando) arrotolate la frolla, pressando lievemente per mantenere la forma cilindrica.

Coprite con della pellicola e spostate in freezer stavolta per un’ora circa. Più sarà dura, più riuscirete a lavorarla meglio.

Trascorso il tempo è arrivato il momento di tagliare i biscotti 🙂 Dategli lo spessore che più preferite, io circa 1 cm.

Eccoli *-*

Disponeteli su una teglia rivestita di carta forno e infornate a 180° per 15 minuti circa (vedete voi se non si dorano troppo)

Adesso fateli raffreddare, se riuscite e preparatevi per il mattino seguente.. Tchaikovsky vi aspetta! 😀

                                        

 

Buona ricetta

….& Stay Vintage <3

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *