Avete una dipendenza da colazione al bar e volete smettere? Armatevi di matterello e tempo, provate questi cornetti sfogliati e lo farete :P

Allora gente, quella che sto per darvi è una ricetta sacra, nonchè un’altra preparazione base, che vi farà scoprire quanto sia meraviglioso poter fare colazione in pigiama, con il vostro libro preferito, la vostra musica, la vostra intimità, MA! Con il gusto delle brioche che finora solo al bar avevate mangiato. Fare una cosa così sfiziosa è una coccola, una chicca, un privilegio che vi farà sentire davvero fighi, davvero! Senza considerare che potete usare le farciture che più vi piacciono e che magari non trovate ovunque ( o non trovate affatto perché sono troppo strambe 🙂 dunque, come sempre vi esorto a sperimentare! )

Per fare una cosa così buona servono senza dubbio i Led Zeppelin. Gli album ovviamente, dato che ci vuole tanto tempo 😛 Vi darò le dosi per circa 25 cornetti medio grandi e vi consiglio di non modificarle, ma solo perché personalmente non ho provato e non so la lievitazione e i relativi tempi se e come cambiano, al massimo se vi sembrano troppi potete congelarli e tenerli pronti all’occorrenza. Se invece avete dimestichezza fate pure 🙂 E un’altra cosa.. Io uso lievito madre, ma va benissimo anche quello di birra (fresco o secco) se preferite. Bene! Basta premesse! Mettete Physical Graffiti e via agli

Ingredienti: 

Lievitino                                    

  • 50 gr. di lievito madre secco – 25 gr. lievito di birra fresco
  • 125 gr. di farina manitoba
  • 90 ml di acqua – 75 ml se usate il lievito di birra fresco

Mescolate in una ciotola tutti gli ingredienti fino a formare un panetto, coprite con pellicola e mettete a lievitare in forno spento per due ore circa.

Al termine delle due ore l’impasto sarà raddoppiato. E sarà pronto per fare l’impasto vero e proprio *-* Eccovi gli altri

Ingredienti:

  • 630 gr. di farina manitoba
  • 250 ml di latte
  • 100 gr. di zucchero
  • 70 gr. di burro a pomata
  • un uovo intero e un tuorlo (l’albume lasciatelo da parte che lo usiamo 🙂
  • 15 gr. di sale
  • vanillina
  • la scorza di un’arancia bio
  • 350 gr. di burro per la sfogliatura

Allora, in questa fase se avete una planetaria faticherete decisamente molto meno. Altrimenti armatevi di forza e pazienza.. Rock & Roll aiuterà 🙂

Mettete nella ciotola della planetaria il lievitino bello gonfio, le uova, il latte, gli aromi, zucchero, farina, sale. Praticamente tutti gli ingredienti tranne i 70 gr. di burro. Attivate la macchina con il gancio e mescolate fino a che l’impasto non si incorda (ovvero si stacca dalle pareti della ciotola). A questo punto aggiungete il burro a pomata senza spegnere la planetaria. Noterete che l’impasto si scorderà nuovamente, niente panico! Continuate a lavorarlo fino a che non si reincorda e sarà bello liscio, elastico e profumatissimo *-*

Spegnete la planetaria o fermate le vostre braccia che a questo punto faranno schiattare d’invidia braccio di ferro e tutti i culturisti in circolazione. Trasferite l’impasto su un foglio di carta forno e stendetelo dandogli forma e dimensione della teglia del vostro forno, siate gentili e delicati, ma non perdete troppo tempo altrimenti parte la lievitazione. Mettete in frigo e tenetelo li per mezz’oretta.

Intanto preparate la lastra di burro per la sfogliatura. Stendente anche questo tra due fogli di carta forno e dovrà essere grande la metà della sfoglia e della medesima forma.

Passata la mezz’ora tirate fuori tutto e cominciamo a sfogliare. E’ più complicato descriverlo che farlo. Dovete avere:

1.La pasta stesa

2.Su essa ponete la lastra di burro

3.Ripiegate a libro i lembi destro e sinistro, chiudete e fate lo stesso con quelli superiore e inferiore

4.Stendete per bene con il matterello, fino a che non ridiventi grande quanto prima delle pieghe.

5.CONGRATULAZIONI! avete fatto la vostra prima sfogliatura 😛

A questo punto riponete in frigo per altri 20 minuti, tirate fuori la pasta e ripetete le due pieghe (destra-sinistra/sopra-sotto), stendete fino alla dimensione iniziale e di nuovo in frigo. Ripetete questi passaggi almeno 3-4 volte. Più pieghe fate, più la vostra sfoglia sarà stratificata e bella 🙂 La mia alla fine la lascio più o meno così, non è molto ma mi soddisfa abbastanza.

Signori e Signore e arrivato il momento di creare i vostri cornetti, brioche, freccine, fagottini e tuuuuutto quello che vi ispira di più! stendete la sfoglia con uno spessore di circa 4 mm e datevi alla pazza gioia! Io la prima volta ho deciso di farli abbastanza classici: marmellata, nutella, vuoti e due piccoli fagottini con miele e cannella *-*

Una volta pronti i vostri pezzi, quelli che volete cuocere disponeteli su teglie coperte di carta forno, ben distanziati e teneteli in forno spento a lievitare per tutta la notte (10-12 ore per intenderci). Gli altri potete metterli direttamente in freezer e lasciarli scongelare-lievitare la notte prima di consumarli.

L’indomani mattina li troverete belli gonfi e profumatissimi, spennellateli con l’albume avanzato dall’impasto mescolato ad un pò di latte nell’attesa che il forno si porti alla temperatura di 160°-170°. Infornate così per circa 15 minuti, spolverate di zucchero a velo, mettetevi comodi e buona colazione cari..

 

                              

 

 

                      

Se poi avete vista mare, tanto meglio 🙂

Buona ricetta

…..& Stay Vintage <3

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *